• • • SENTIERI • • • VIA VALERIANA • • • Quinta tappa – ramo per l’Aprica
 
 
 
VIA VALERIANA
Quinta tappa – ramo per l’Aprica (da Edolo al Passo dell’Aprica)
Grado di difficoltà: E (Escursionistico)
Numero sentiero: 191/A – Sigla sentiero: VV
 
Edolo (Stazione) m.670 - Santicolo m. 900 – Corteno Golgi m. 940 – Imbocco Valli di S. Antonio m. 1.000 – Passo dell’Aprica m. 1.175
 
 
Sviluppo della tappa 17 chilometri
Tempo di percorrenza ore 5
 
Descrizione del percorso
 
Il punto di partenza, la stazione di Edolo m. 670, corrisponde a quello di arrivo, sia della quarta tappa della destra orografica, che da quella della sinistra orografica.
Edolo è servita dai treni di trenord (tel.: 02.72494949) - www.trenord.it), dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it, Gelmi (Tel: 0364.635583) www.gelmi.com e Perego (Tel: 0342.701200) www.busperego.com 

Per altre notizie sul Comune di Edolo clikkare qui: www.comune.edolo.bs.it
Ci si dirige verso il “percorso vita” lungo l’Ogliolo di Edolo attraversando i binari sulla passerella pedonale, ripercorrendo a ritroso il tratto finale della quarta tappa di destra orografica; quindi, discesi dalla passerella, si gira a sinistra su via Sora, arrivando alla rotonda che si deve attraversare (Attenzione al traffico!), per imboccare per pochi metri via Fabiola, girando a destra sul “percorso vita”.
Lo si percorre, sulla sinistra orografica dell’Ogliolo per quasi due chilometri, ignorando il ponticello metallico, la strada per Faeto (nei pressi dell’ex Colonia Montana di Sesto S. Giovanni), sino ad arrivare al ponte di Parnigò m. 673 (ore 0,30 – 0,30). Anche qui si prosegue diritti continuando a percorrere il “percorso vita”.
Dopo circa un chilometro, il “percorso vita” termina, in prossimità del Ponte di Trivia m. 687 (ore 0,15 – 0,45), che si utilizza girando a sinistra sulla strada per Santicolo, che si percorrerà per un centinaio di metri.
Attenzione al traffico!
Superato uno stabilimento, si abbandona la strada per prendere a destra una strada sterrata che per un buon tratto costeggia il muro di cinta dello stabilimento. Più avanti, presso una Santella, si supera un ruscello, e si aggira una sbarra dirigendosi presso un casolare isolato.
Superatolo, si prosegue imboccando un sentiero che entra nel bosco. Superato un ruscello, si costeggia un prato e si raggiunge una strada sterrata che porta a una cava di pietra presso un cancello. Aggiratolo, si supera la cava e, pur non essendoci il sentiero, rimanendo alla stessa quota e procedendo diritti, in qualche decina di metri si raggiunge un rudere
Lo si supera andando diritti o leggermente a destra sino a imboccare un evidente sentiero, inizialmente in discesa.
Si superano due ruscelli, il secondo presso un gruppo di casolari disabitati m. 770 (ore 0,45 – 1,30); si aggira la casa che si ha di fronte arrivando, su un sentiero che sale nel bosco con tornanti. Poco sotto la strada per Santicolo, a un bivio si prenderà il sentiero di destra che confluisce poco dopo sulla strada, che si percorrerà tenendo la destra.
Anche in questo caso la si percorrerà solo per un centinaio di metri.
Fare comunque attenzione al traffico!
Si supera una Santella e, poco dopo, si abbandona la strada per prendere una strada sterrata a destra (in comune con un percorso di Mountain Bike del CAI di Santicolo).
Si prosegue diritti, ignorando prima un sentiero e poi una sterrata sulla sinistra. Dopo avere superato un ruscello, al successivo bivio, si abbandona la sterrata principale per prendere un sentiero (che più avanti diventerà sterrata) a destra. Al successivo bivio si procede diritti in salita.
Poche centinaia di metri dopo la sterrata confluisce su una strada asfaltata (via IV Novembre), che si percorre girando a destra.
Andando a sinistra, invece, in pochi minuti si raggiunge Santicolo m. 900 (0,30 – 2,00).
Quindi, da Santicolo s’imbocca via IV Novembre, tenendo la Chiesa a destra, si scende da una scalinata, si attraversa la provinciale (Attenzione al traffico!), per continuare su via IV Novembre (a basso traffico).
Al successivo bivio si procede diritti, si supera, sottopassandone il portico, una Cappelletta e si continua su sterrata sino arrivare, superato il ponte sul Fiumicello, a una strada asfaltata, via Artigiani, che si percorre girando a destra e attraversando una zona industriale.
Si arriva al bivio per la frazione Lombro, dove si deve girare a sinistra, sempre su via Artigiani.
Quasi alla confluenza con la provinciale, si gira a destra su via Brescia. Al bivio per Ronco, dopo un ponte, si prosegue diritti sempre su via Brescia, ormai alle prime case di Corteno.
Si entra nel centro storico percorrendo via Camillo Golgi sino alla piazza della Chiesa di Corteno Golgi  m. 940 (ore 0,50 – 2,50).
Corteno Golgi è servita dagli autobus di Gelmi (Tel: 0364.635583) www.gelmi.com e Perego (Tel: 0342.701200) www.busperego.com 
Per altre notizie sul Comune di Corteno Golgi clikkare qui: www.comune.corteno-golgi.bs.it
Si continua sulla via Camillo Golgi, di cui si passa davanti alla casa natale, fino a confluire sulla provinciale, che si percorre tenendo la destra sino ad arrivare, sulla sinistra, a imboccare via Libertà.
Più avanti, all’incrocio con via 1° Maggio, la si percorre per un buon tratto anche quando assume il nome di via Domazzo e che porta all’Aprica. Al bivio presso una Santella, si procede diritti. Lo stesso si fa anche all’incrocio con la strada che porta alla Chiesa di S. Martino e ad alcuni successivi bivi, sino a confluire sulla strada per S. Antonio, che si percorre tenendo la sinistra.
Su questa strada, per quanto a basso traffico, occorre prestare attenzione ai veicoli che vi transitano.
Al successivo bivio, presso una Santella, all’imbocco delle Valli di S. Antonio m. (ore 0,40 – 3,30) si lascia la strada per S. Antonio, proseguendo diritti tenendo la destra. Si supera il Torrente S. Antonio, s’ignora la strada che a destra porta alla vicina Statale, proseguendo diritti sulla stessa strada che qui diventa sterrata.
Anche ai due successivi bivi (con una Santella di mezzo) si prosegue diritti. Più avanti ci si porta per un breve tratto sulla sinistra orografica dell’Ogliolo e, prima di tornare sulla destra orografica, si supera, sulla destra, un cippo funerario.
Si raggiunge un gruppo di case isolate procedendo diritti. Lo stesso ai successivi bivi arrivando alle prime case di S. Pietro (frazione di Corteno).
Si confluisce su una strada asfaltata (via Valeriana) che si deve seguire fino al confine provinciale, che è segnalato da un Cippo .
La stessa via, entrando nel Comune dell’Aprica (SO), assume il nome di via Europa, che si percorre sino all’incrocio con via Tonale, che si percorre girando a destra sino alla strada statale, nelle vicinanze del Passo dell’Aprica m. 1.172 (ore 1,30 – 5,00).
Aprica è servita dagli autobus di Gelmi (Tel: 0364.635583) www.gelmi.com e Perego (Tel: 0342.701200) www.busperego.com 
Per altre notizie sul Comune di Aprica (SO) clikkare qui: www.apricaonline.it
  
Punti di appoggio
 
 
Edolo
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Hotel Adamello – via Marconi 18 – (Tel.: 0364.71131)
Hotel Angelo – via Gelpi 8 – (Tel.: 0364.71212)
Moublè Eurotel – via Marconi 46/C – (Tel.: 0364.770489)
Hotel Vedet – via Cesare Battisti 6/8 – (Tel.: 0364.71464)
 
Santicolo
Negozi di Alimentari e bar
Ristorante Pizzeria Bar “Torre” – via Garibaldi 75 (Tel.: 0364.740055)
Bar “La Corna” – via Leopardi
Alimentari Salvadori – via Garibaldi 13 (Tel.: 0364.74474)
Alimentari Albertoni – via Garibaldi 158 (Tel.: 0364.74714)
 
Corteno Golgi
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Hotel Miramonti – via Libertà 11 – (Tel.: 0364.74411)
Albergo Ristorante “Parco” – via Nazionale 415 (Tel.: 0364.74346)
Bar “Garden” – via Schivardi 39 (Tel.: 0364.74137)
Alimentari 2000 – via Golgi 81 (Tel.: 0364.74557)
 
Imbocco Valli di S. Antonio
Agriturismo (senza camere) – loc. Les 3 – (Tel.: 0364.74259)
 
S. Pietro – Aprica
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Club Hotel Antares – via Pineta 2 – (Tel. 0364.748035)
Bar Ristorante “Abete” – via Valeriana 7 (Tel.: 0364.746476)
Bar Ristorante “Corte” – via Corte (Tel.: 0342.710100)
 
 


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
C.A.I. Sezione di Brescia Onlus - Via Villa Glori, 13 - 25126 BRESCIA - tel. 030321838 – Fax 0302416163 - P.Iva 01011000179 - Cookie policy