• • • SENTIERI • • • VIA VALERIANA • • • Quarta tappa – destra orografica
 
 
 
VIA VALERIANA
Quarta tappa – destra orografica (da Ono S. Pietro a Edolo)
Grado di difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
Numero sentiero: 191 (percorso normale) e 191/C (var. che passa da Capodiponte)
– Sigla Sentiero: VV
 
Ono S. Pietro m.517 - Pescarzo m. 630 – Sellero m. 510 – Novelle m. 390 – Forno Allione m. 500 – Malonno m. 560 – Lava m. 550 - Edolo m. 699
 
Sviluppo della tappa 29 chilometri
Tempo di percorrenza ore 9
 
 
Descrizione del percorso
 
Il punto di partenza corrisponde a quello di arrivo della terza tappa della destra orografica, cioè la piazza della Chiesa di Ono S. Pietro.
Ono S. Pietro è servito dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) che, però, transitano, per lo più, sul fondovalle.
 
Per altre notizie sul Comune di Ono S. Pietro clikkare qui: www.comune.ono-san-pietro.bs.it
Ci si dirige verso via Corno per percorrerla girando a destra e la si segue per quasi 3 chilometri in salita.
Lungo il percorso si superano alcune stradine, sulla sinistra, dirette al Rifugio Iseo, un caratteristico cippo funerario e le località Purù e Nuadè, sempre procedendo sulla strada asfaltata principale.
Poco dopo l’ultima località citata, si abbandona la strada asfaltata per prendere un sentiero a destra che si abbassa nel bosco. Anche qui, basta seguire il sentiero principale.
Si supera il Torrente Clegna su un “ardito” ponticello denominato Ponte delle Capre.
Ad un quadrivio presso una staccionata si prosegue diritti, poi, arrivati alla località Pisina, presso un’edicola votiva, si confluisce su una strada acciottolata che si percorre scendendo a destra.
Si entra in paese percorrendo le vie Nisgiole, dell’Oro e S. Rocco raggiungendo la piazza di Pescarzo (fraz. di Capo di Ponte)  m. 630 (ore 1,20 – 1,20).
Pescarzo non è servita dai mezzi pubblici occorre scendere a Cemmo dove transitano gli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it.

Per altre notizie sul Comune di Capo di Ponte clikkare qui: www.comune.capo-di-ponte.bs.it
Dalla piazza s’imbocca via Ronchi uscendo dal paese. Dopo avere superato il rudere denominato “Casa Camuna”, si prende a sinistra una stradina cementata.
Al primo bivio, si prende a destra su stradina acciottolata; anche al successivo bivio, con strada cementata a sinistra, si tiene la destra. Arrivati ad una cisterna dell’acqua, si gira a destra. Si procede su questa mulattiera superando una valletta ed una grossa edicola votiva in cattive condizioni.
Al bivio presso una casa isolata, si prende la sterrata a destra. Arrivati alla località Cunvai, al tornante destrorso, si abbandona la mulattiera proseguendo diritti a sinistra. Più avanti s’incontra una fontana e un traliccio dell’alta tensione.
Al bivio, presso una casa isolata, si tiene la destra in discesa per sentiero e, più avanti, si arriva alla zona in cui sono presenti alcune incisioni rupestri. Questo tratto del sentiero è assistito da cordino metallico che permette di camminare sulle rocce in sicurezza; anche se, in realtà, non vi sono particolari pericoli.
Si confluisce su sentiero che si attraversa per proseguire diritti su sterrata; più avanti, si supera una valle con un invaso artificiale, e si arriva alle prime case e poi ad una fontana di Sellero m. 507 (ore 1,10 – 3,30).
 Sellero è servita dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it

Per altre notizie sul Comune di Sellero clikkare qui: www.comune.sellero.bs.it
Variante – partenza da Capodiponte
Si entra in Capodiponte percorrendo via Stazione, si gira a sinistra su via Italia, sino ad arrivare alla fontana.
Qui, si gira a destra, si supera il ponte sull’Oglio e si prosegue a sinistra in salita, in comune con la pista ciclabile; che si abbandona poco dopo, per girare a destra su via Convento (acciottolata).
Si gira a destra anche al successivo bivio, seguendo le indicazioni per la Pieve di S. Siro; nei pressi di un Crocefisso, si prende un viottolo a destra, che poi utilizza dei gradini, prima di arrivare al sagrato della Pieve di S. Siro m. 380 (ore 0,20 – 0,20).
Si continua prendendo una scaletta a sinistra, si supera l’Archeodromo, e si continua su strada acciottolata sino al Cimitero, dove si gira a destra, sempre su acciottolato, seguendo le indicazioni del Parco Archeologico di Seradina – Bedolina.
In breve si raggiunge l’ingresso, a pagamento, del Parco Archeologico di Seradina – Bedolina m. 400 (ore 0,10 – 0,30). Gli escursionisti che percorrono la Valeriana sono esentati dal pagamento del biglietto, a patto di non fermarsi ad osservare i reperti.
A nostro parere, considerato che il sito non è grande ed è molto interessante, è opportuno dotarsi di biglietto.
Oltrepassata la biglietteria, al primo bivio, nei pressi di una casa isolata, si tiene la destra; mentre, al successivo si prosegue diritti tenendo la sinistra.
Entrati nel bosco, dove il sentiero si biforca, si prende il sentiero di destra in leggera discesa che, più oltre, confluirà su una strada sterrata che si percorre, tenendo la sinistra, fino a una vicina casa isolata.
Si aggira la casa tenendola e girando a destra costeggiandola.
Ad un successivo bivio con una traccia di sentiero si continua diritti in salita, mentre al successivo si tiene a destra in discesa.
Si continua sino ad arrivare alle prime case di Sellero dove, al primo incrocio con strada asfaltata la seguiamo girando a destra, per prendere poco dopo una stradina asfaltata di fronte.
AL primo bivio, si tiene la sinistra per via Dosso. All’incrocio con via Piazzola la si percorre in salita; sino all’incrocio con via Pinigarolo che si segue in salita sino all’incrocio con via Castello, che si segue in salita fino al ponte sul Torrente Re di Sellero m. 510 (ore 1,00 – 1,30), dove ci si congiunge al percorso normale.
Percorso in comune
Si prosegue prendendo via Castello e, dopo il ponte sul Torrente Re di Sellero, via Elto in salita.
Al bivio con bacheca e cartelli indicatori (agriturismo e Carpene) si svolta a destra e si prosegue su questa strada a tratti asfaltata, cementata e sterrata ignorando le deviazioni laterali, sino ad arrivare ad una casa isolata dove, al bivio appena più avanti, si prende il sentiero a destra in discesa.
Si passa dalla località “Miniera”, si supera un’area attrezzata ed una valletta con un ponticello di legno: in pratica in questo tratto si segue il sentiero denominato “sentiero Natura” e segnato con segnavia bianchi-verdi-bianchi.
Più avanti si confluisce su strada asfaltata (via Zocca) che al quadrivio s’imbocca a destra con tornante e la si segue, superando la località “Le viti” e confluendo su altra strada che si percorre tenendo la sinistra per arrivare ad una fontana nella parte alta di Novelle (frazione di Sellero) m. 503 (ore 0,40 – 4,10).
Si prosegue tenendo la sinistra per via Cornelli che poi, ad un tornante destrorso, si abbandona per prendere a sinistra via Vasca Ruch che si percorre sino alla fine dell’asfalto dove si prende lo sterrato a sinistra.
Lo si segue per un buon tratto, fin dove ad un ampio tornante destrorso la si abbandona per prendere un sentiero a sinistra che, poi confluisce su altra sterrata.
La si percorre tenendo la sinistra per poche decine di metri; all’inizio di una curva sinistrorsa, la si lascia per imboccare un sentiero a destra che entra nel bosco dove, più avanti, sarà visibile il canale adduttore della Centrale di Cedegolo (canale e centrale ormai dismessi).
Ad un bivio, si tiene la destra per sentiero in discesa che, dopo l’attraversamento di un piccolo ruscello vicino ad una casa isolata, diventa strada sterratapassando da una fontana e una piazzola con tavolo in legno.
Più avanti, ad un successivo bivio, si prende la sterrata di sinistra in salita che aggira la recinzione di un’area di recupero degli ungulati e che poi confluisce su un’altra sterrata che porta al ponte di S. Zenone; ma il nostro percorso va nella direzione opposta, quindi, si dovrà girare decisamente a sinistra.
Si segue la sterrata, tenendo la sinistra in salita ad un bivio e superando la località Carbunil, sino al cantiere della nuova statale in costruzione che costringe ad un giro vizioso per evitarlo e costringere, inoltre, a percorrere poi una sterrata dove transitano i mezzi diretti al cantiere.
Si confluisce poi su strada asfaltata che si percorre, tenendo la sinistra; dove la strada compie una curva destrorsa, che è quasi un tornante, la si abbandona per prendere una stradina a sinistra, solo inizialmente asfaltata.
La stradina è a fianco della ferrovia che si deve attraversare “a raso”.
Prestare la massima attenzione!
Si confluisce poi su strada “normale” che si percorre tenendo la sinistra fino al ponte che porta all’Albergo Vivione a Forno Allione (Frazione di Berzo – Demo) m. 500 (ore 1,30 – 4,40).
Forno Allione è servita dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it.

Per altre notizie sul Comune di Berzo - Demo clikkare qui: www.comune.berzo-demo.bs.it
Si prosegue, tornando sui propri passi per qualche decina di metri, e si percorre la strada per il Vivione.
Attenzione al traffico!
Si supera in sequenza il ponte sull’Oglio e la ferrovia, presso la dismessa stazione, e, in leggera salita, si esce dal paese.
Si percorre la strada per poco più di un chilometro; dopo avere superato la cascina Mignola, si prende a destra un sentiero in leggera discesa nel bosco. Ad un successivo bivio si tiene la destra e, più avanti, si confluisce su una strada sterrata che si percorre tenendo la sinistra.
Si raggiungono le case della Località Molbeno (ore 0,40 – 5,20).
Si raggiunge una strada asfaltata, che si percorre tenendo la destra, si supera un torrente e si arriva ad un bivio presso un sottopasso.
Si prosegue diritto, tenendo la sinistra per via Gallena che entra a Malonno. Si prosegue diritto all’incrocio con la strada per la Chiesa di S. Faustino, mentre si tiene la sinistra al successivo incrocio, presso una Santella, arrivando ad una piazzetta presso l’ingresso laterale della Chiesa di S. Lorenzo di Malonno m. 560 (ore 0,40 – 6,10).
Malonno è servita dai treni di Trenord (tel.: 02.72494949) - www.trenord.it) e dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it .

Per altre notizie sul Comune di Malonno clikkare qui: www.comune.malonno.bs.it
Si prosegue per via Marconi, al successivo incrocio, si tiene la sinistra, mentre al successivo, si tiene la destra per via S. Bernardino.
Si supera il ponte sulla Valle e si prosegue per via Cremisia sino ad arrivare al Cimitero, prima del quale s’imbocca a sinistra una sterrata che, inizialmente, costeggia il cimitero.
Si supera una grossa edicola votiva ad arco  e, più avanti, ci s’immette su strada asfaltata in salita. Passato il ponte sul torrente, nella parte alta di Lava (frazione di Malonno) m. 550 (ore 0,20 – 6,30), si prende il sentiero acciottolato a sinistra, di fianco a un lavatoio.
Si segue il comodo sentiero  tralasciando i sentieri laterali (tenendo la destra al primo bivio, e la sinistra al secondo); si supera un crocefisso di legno e si arriva alla località Ronco (piccolo gruppo di case).
Qui il sentiero confluisce su una strada (cementata e poi asfaltata), che si percorre girando a destra in discesa.
Si arriva alle prime case della località Miravalle e si abbandona la strada asfaltata per prendere a sinistra una mulattiera che entra nel bosco (di fianco a due garage).
Al primo bivio, con strada a destra in discesa, si procede diritti tenendo la sinistra; al secondo bivio si lascia la mulattiera principale, per prendere una sterrata a sinistra in salita, che termina poco dopo in uno spiazzo.
Qui finisce la sterrata, e si deve procedere su sentiero di fronte; al primo bivio, con altro sentiero, si tiene la destra in discesa.
Procedendo, si arriva alla località Spineda con alcuni ruderi ; più avanti il sentiero confluisce su una sterrata, che si percorre tenendo la sinistra. Più avanti la sterrata confluisce con altre due sterrate: in entrambi i casi si procede diritti tenendo la destra.
Si arriva poi ad una stradina asfaltata, presso un sottopasso della ferrovia, svoltando a sinistra verso una cascina e verso la successiva Chiesa di S. Andrea.
Si supera la Cascina S. Andrea (ore 1,20 – 7,50), al successivo bivio con una strada cementata a sinistra, si tiene la destra continuando su sterrata. Poco dopo, presso un’ampia curva destrorsa, si abbandona la strada per la Chiesa di S. Andrea (che meriterebbe una piccola deviazione di 10 minuti), per prendere un sentiero a sinistra.
In breve si confluisce su altro sentiero, che si percorre tenendo la destra per poche decine di metri, per abbandonarlo per prendere una traccia di sentiero a sinistra.
Si segue la traccia superando alcune rocce lisce (però senza incisioni rupestri) e si confluisce su una strada sterrata presso una casa isolata (ore 0,30 – 8,20).

Si continua su sterrata, si attraversa l’Oglio su un piccolo ponte, poco più di una passerella, si attraversa la statale e su strada interna, parallela alla statale, si raggiunge Edolo (ore 0,40 – 9,00)
 
Edolo è servita dai treni di Trenord (tel.: 02.72494949) - www.trenord.it), dagli autobus di FNMAutoservizi (tel.: 0364.21208) www.fnmautoservizi.it, Gelmi (Tel: 0364.635583) www.gelmi.com  e Perego (Tel: 0342.701200) www.busperego.com 
 
Per altre notizie sul Comune di Edolo clikkare qui: www.comune.edolo.bs.it
 
Punti di appoggio
 
Ono S. Pietro
Negozi di Alimentari e bar
B&B La Concarena – piazza Roma (tel.: 0364.433038 / 333.2312969)
 
Pescarzo
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Locanda Bottanelli – via Rive 3 (tel.: 0364.42102
B&B I Camuni – via S. Rocco (tel.: 0364.42367
 
Sellero
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Albergo Grazioli – via Buona Pace 18 (tel.: 0364.637017)
 
Novelle
Negozi di Alimentari e bar
 
Forno Allione
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Albergo Vivione (tel.: 0364.630563)
 
Malonno
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Albergo Eternità (tel.: 0364.635608)
 
Rino
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Albergo Rio Blanco – via Brava 19 - (tel.: 0364.75033)
 
Sonico
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
 
Mu
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
 
Edolo
Negozi di Alimentari, ristoranti e bar
Hotel Adamello – via Marconi 18 – (Tel.: 0364.71131)
Hotel Angelo – via Gelpi 8 – (Tel.: 0364.71212)
Meublè Eurotel – via Marconi 46/C – (Tel.: 0364.770489)
Hotel Vedet – via Cesare Battisti 6/8 – (Tel.: 0364.71464)
 


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
C.A.I. Sezione di Brescia Onlus - Via Villa Glori, 13 - 25126 BRESCIA - tel. 030321838 – Fax 0302416163 - P.Iva 01011000179 - Cookie policy